Logo Citt Metropoliana Cagliari    logo ras      logo eu

itenfrdejarues

Progetto Pilota Trota

OBIETTIVI SPECIFICI

Recupero e salvaguardia del ceppo autoctono della trota sarda Salmo (trutta) macrostigma.

STRATEGIE

III) Miglioramento dell’habitat fluviale della trota macrostigma.

IV) Controllo di specie alloctone competitrici e/o predatrici della trota

INTERVENTI

  • IA9 - Caratterizzazione quali-quantitativa dei corpi idrici, stato dei corsi d'acqua
  • IA10 - Determinazione dello stato e della consistenza del patrimonio ittico
  • IA11 - Specie acquatiche invasive alloctone, in particolare Procambarus clarkii: censimento, studio e valutazioni sulla distribuzione ed abbondanza, interventi di eradicazione
  • IA12 - Caratterizzazione morfologia e genetica della popolazione di Salmo (trutta) macrostigma

SOGGETTO GESTORE DELL'INTERVENTO

Provincia di Cagliari

SOGGETTI CON CUI L'INTERVENTO DEVE ESSERE CONCORDATO IN FASE DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA

Università degli Studi di Cagliari

WWF

Ente Foreste della Sardegna

CORRELAZIONE ED INTEGRAZIONE CON ALTRI INTERVENTI E/O INIZIATIVE

PD2, PD3, PD4, PD5, IA16, IA17, RE2, RE4, MR1, MR4

STIMA DEI COSTI

€ 288'000,00

FONTI DI FINANZIAMENTO ATTIVABILI E/O ATTIVATE

Gli interventi previsti all'interno del Progetto Pilota finalizzato alla Conservazione e Salvaguardia del Trota macrostigma all'interno del P.O.R. Misura 1.5 Rete Ecologica Regionale.

GRADO DI INNOVAZIONE

Il progetto pilota si presenta come un chiaro strumento di tutela ambientale.

Rappresenta, coerentemente con i principi di sviluppo sostenibile, anche un'opportunità per la valorizzazione del territorio. Nell'ottica di pianificare azioni finalizzate ad una gestione sistemica del territorio, la proposta progettuale si riconduce alle azioni indicate dal Piano di Tutela delle Acque della Regione Sardegna, in modo da delineare una convergenza delle politiche di gestione delle risorse idriche locali.

Il progetto pilota presenta un elevato grado di fattibilità tecnica. L'elemento qualificante del progetto è la sperimentazione di metodologie di indagine e di progettazione partecipata applicate all'individuazione degli interventi di tutela che permettono di dare concretezza al quadro conoscitivo in via di realizzazione sull'intera area SIC.

INDICATORI PER IL MONITORAGGIO

IA9

  • Stato di qualità ambientale dei corpi idrici
  • Grado di naturalità
  • Grado di antropizzazione

IA10

  • Stato delle comunità ittiche
  • Composizione delle popolazioni
  • Presenza di specie animali a elevato valore biogeografico
  • Presenza di specie animali rare e/o minacciate
  • Presenza di specie animali di origine alloctona
  • Importanza ittiofaunistica del sito nel panorama regionale, italiano ed europeo
  • Posizione del sito rispetto al sistema delle aree protette

IA11

  • Numero di aree degradate
  • Composizione in biomassa
  • Composizione in densità
  • Percentuale di rinvenimento
  • Dominanza di individui adulti/giovani

IA12

  • Processi informativi di base
  • Individuazione di esemplari ibridi
  • Discriminazione tra genoma atlantico e mediterraneo

VALUTAZIONE DELL'ATTUAZIONE DELL'INTERVENTO

  • Analisi dei dati relativi alla distribuzione spaziale di Salmo (trutta) macrostigma
  • Analisi della composizione, abbondanza e struttura di età della fauna ittica autoctona
  • Analisi della distribuzione e diffusione della fauna ittica alloctona
  • Analisi della distribuzione, diffusione ed abbondanza della specie invasiva alloctona

Partner Istituzionali